×

Editoriale

Una collezione curvilinea ed ondeggiante quella di J.W.Anderson, forse non così immersa nell’universo onirico/ludico infantile come nelle passate stagioni ma ricca comunque di dettagli insoliti ed istrionismi. Con un certo afflato anni ’60 ed un’allure space age, vanno in scena felpe color block asimmetriche con collo avvolgente ad anello e maniche trasparenti abbinate a mini-gonne con orlo sovrapposto e ondulato, top a pannello con altre mini a balze, bluse trapeizoidali o felpe trapuntate, anche in pelle, con una rosa ricamata al centro. I dettagli sono usati in modo insolito: le zip come decorazioni intorno a bordi e orli, la maglia metallica a mo’ di borchia, occhielli, borchie e perline a formare figure geometriche o delineare contorni. Sfrenata libertà creativa fuori da ogni cliché.