×

Editoriale

La ragazza firmata Just Cavalli fa del clubbing la sua religione. Le influenze del brand si rifanno alla Factory di Andy Warhol o al Cbgb dei Blondie e quindi ad uno stile che oscilla tra il rock ed il punk. In realtà la collezione proposta non è solo adatta per le notti sfrenate in discoteca ma anche per la vita di tutti i giorni di città. Ovvio, bisogna saper portare i colori fluo, accesi e vivi come il rosa shocking, il turchese elettrico, l’oro, il rosso e ovviamente il nero che si illumina nelle fantasie animalier. Tra i capospalla figura il pellicciotto color bubblegum, il cappotto fucsia, il parka con l’interno di pelliccia e il bomber entrambi verde militare, il chiodo di pelle nera e i cappottini zebrati e leopardati così come il colletto della cappa. Le gambe sono protagoniste: gli abitini sono corti in lurex, leggeri in tulle o di chiffon decorato (anche in lungo), le gonne sono mini, strette o svasate, mentre i pantaloni sono a sigaretta.