×

Editoriale

L’estetica berlinese fatta di culture e sottoculture che vanno dal punk e cyber-punk al goth al neo-hippy incontra l’eterea tridimensionalità di figure geometriche velate che avvolgono parte o tutto il corpo. Sotto (o sopra): t-shirt colorate con slogan da band tedesca, mini-gonne e shorts in denim su collant a rete bucati e sfilacciati, total black gotici, tute sportive, abitini floreali, trench e giacche militari. “Né le costruzioni estreme né lo streetwear stanno stilisticamente da soli. Sono complementari e quando emergono insieme diventano più forti.” Forse a Berlino sarebbero entusiasti di indossare tetraedri, coni e piramidi di nylon sulle loro ‘divise’ urbane.