×

Editoriale

Caschetto colorato e ombretto pop, le modelle di Jeremy Scott sembrano tante bamboline uscite fuori da qualche nursery room dai colori canditi o da un libro di filastrocche per bambini. L’ispirazione, in realtà, è proprio il mondo dell’infanzia, insieme alla psichedelia anni ’70 che dà all’insieme un tocco un po’ allucinato, da trip lisergico. Coniglietti rosa e orsacchiotti azzurri decorano mini-scamiciati e babydoll a quadretti stile Holly Hobbie portati con collant colorati e Mary Jane basse ma ci sono anche altre fantasie, come cavalli a dondolo, pupazzi, fiori e pois, tutti proposti in tonalità allegre che virano all’acido. Orli mini caratterizzano anche top cropped e gonnelline svasate in pelle verniciata. I must restano però i mini-dress che, con colletto, anche ondulato e polsini bianchi, sembrano tanti grembiulini scolastici, proposti pure in versione Arlecchino.