×

Editoriale

È onesto Jason Wu quando afferma che ha scelto di presentare la propria collezione fuori dalla passerella perché “molto stanco”. Sentiva il bisogno di lavorare in atelier e questi 16 look sono appunto il risultato del tempo dedicato al lavoro in studio. Si tratta di 16 midi e long dress tra cui alcuni gessati rifiniti in pizzo nero che richiamano l’esperienza sartoriale di Wu da Boss, altri, asimmetrici, realizzati con patchwork di pizzi che il designer ha usato nel corso degli anni. Corpetti più accostati e gonne fluide, tranne che per un tubino-guaina in blu navy con un volant sullo scollo e per uno nero con spacco e applicazioni gioiello sulle spalle, le creazioni del designer sono una risposta pulita e ragionata a tanta moda improbabile e raffazzonata.