×

Editoriale

Lontano da ispirazioni particolari, la moda di Jason Wu è piuttosto un ragionamento intorno al guardaroba e a come lo stile del brand viene percepito da chi lo indossa. Wu sperimenta mettendo alla prova la sua clientela; ricorre alle piume per il dailywear applicandole su cappotti sartoriali e abiti impalpabili, usa maxi e mini-check dall’allure maschile per coat e dress con scollature e spacchi profondi, abbina colli di pelliccia colorata con chiusura a fibbia a giacche severe, cappotti e mini-abiti e gioca con le lunghezze passando dall’extralong all’ultra-corto ma anche a orli midi. Tra tinte unite prevalentemente scure e tessuti corposi come maglia e flanella, intervengono lampi di colori, stampe floreali e sottili trasparenze per abiti sottoveste.