×

Editoriale

Scolli profondi, spacchi vertiginosi, tronchetti-stiletto e capelli sciolti effetto naturale, la donna di Jason Wu sprizza glamour e sexiness da tutti i pori, dando di sé un’immagine audace e volitiva. Dopo una collezione estiva ispirata allo chic androgino di Charlotte Rampling, Wu sceglie un’icona del cinema francese, Catherine Deneuve, algida e misteriosa quando si avvolge in cappotti-pelliccia e grandi stole fermate in vita da cinture sottilissime su top svasati e long-dress midi, rari embellishment di look altrimenti puliti, dalle linee verticali, resi più severi dall’uso abbondante del verde militare e della pelle cocco effetto opaco. Nemmeno si notano i lustrini dei lunghi t-dress da sirena, che per la sera sostituiscono i luccichii con le trasparenze, mentre l’uso abbondante della lana (che è cachemire) per coat e abiti riporta con i piedi per terra questa donna che si crede una dea.