×

Editoriale

Linee pulite e materiali lussuosi sono alla base della collezione di Nadège Vanhee-Cybulski che dimostra di conoscere bene lo spirito della donna Hermès, discreta e tanto borghese. Una palette fatta di tonalità delicate come il crema, il bianco, il grigio e varie sfumature di marrone caratterizza abiti lineari ma avvolgenti, con maniche ampie, colli alti e sottili cinture in vita, che si portano anche sovrapposti ai pantaloni a ¾. Anche i capospalla sono comodi e protettivi, in shearling, pelliccia o con inedite superfici satinate e si indossano sopra i dolcevita, così come i maxi-cardigan che sembrano delle giacche. Più strutturati i capi in pelle, che si insinua nel panno puntando sul ton sur ton, mentre nel finale torna la fluidità di gonne e long dress asimmetrici portati sempre con i dolcevita.