×

Editoriale

L’esuberanza creativa di Henrik Vibskov approda per questa collezione su lande desolate popolate da formazioni rocciose e nomadi, ecco quindi spiegati i doppi copricapo ad elmetto con visiera perforata adatti per affrontare condizioni estreme, di sopravvivenza. Gli abiti sono tuniche ampie che si rifanno alle vesti dei Berberi, popolo nomade del Nord Africa, sovrapposte a volte ai pantaloni ma ci sono anche top basici portati con gonne a vita alta in fantasia e coat leggeri aperti sul costume da bagno intero. Spiccano su tutto, oltre agli eccentrici cappelli e alle scarpe stringate con punta a contrasto cromatico, le stampe astratte, proposte sia in bianco e nero sia nei colori primari, con motivi a onda o che richiamano le rocce.