×

Editoriale

Forse influenzato dalla nuova esperienza con il menswear di Berluti, Haider Ackermann imprime alla sua nuova collezione donna un rigore tutto nuovo, fatto di linee diritte e una palette che non si distanzia molto dal nero e dal bianco. Scevri da qualsiasi elemento decorativo, fatta eccezione per qualche filamento dorato che attraversa le superfici, i capi sono coat extralong e completi con il pantalone cropped e piuttosto affusolato o skinny in pelle come piace al designer. Gli abiti sono lunghi e in certi casi hanno la gonna ricoperta di pelliccia di Mongolia che si ritrova anche sulle maniche e/o sulle spalle di certi capospalla o è usata come giacca con i revers a contrasto. Guanti e stivali di pelle completano il mood.