×

Editoriale

Il titolo della collezione, “Charmani”, è il manifesto di Giorgio Armani. Il grande stilista italiano vuole approfittare della moda per lanciare un neologismo che racconti la sua idea di charme e di femminilità. La donna immaginata da Re Giorgio non ama gli eccessi. La giacca è il capo che non può mancare: ce ne sono lunghe o corte, con piccoli revers o senza con scollatura tonda e allacciate con la zip oppure luminose per la sera. Non c’è l’ossessione per il completo, la giacca è un capo che viaggia da solo che qui è abbinata a bermuda o a pantaloni lunghi e morbidi. I colori sono notturni, tutto ruota attorno al blu che non è mai assoluto ma protagonista di fantasie floreali che ricordano stampe giapponesi. Le linee sono fluide e ricche grazie a fiocchi, frange, maniche a palloncino e increspature. Le trasparenze non sono indiscrete ma danno un senso di leggerezza grazie all’organza. Per la sera arriva una pioggia di luce per via di cristalli e paillette che illuminano i capi.