×

Editoriale

Giorgio Armani ogni volta riesce nel miracolo di rinnovare se stesso. Non ha bisogno di effetti speciali: il re della moda italiana porta avanti la sua idea di sartorialità, femminilità ed eleganza. Stavolta lo fa con una collezione sfaccettata, ricca di forme e colori. La giacca, capo icona, è ricca di variazioni sul tema: senza revers, doppiopetto, sfiancata, con allacciatura asimmetrica, allacciata con la zip, di piumino, indossata anche senza camicia. Non è costretta con una gonna o con un pantalone, è in tutto e per tutto un capo a sé. I pantaloni sono piuttosto morbidi e se ne vedono anche a portafoglio mentre le gonne sono ampie, lunghe fino ai piedi. I cappotti sono più o meno avvitati e la mantella è double face. Spadroneggia il velluto accanto al raso e alla lana. I colori sono brillanti – viola ametista, rosso rubino e verde smeraldo – mentre cala il nero sulla sera accanto però a cristalli e paillette che rendono tutto più luminoso.