×

Editoriale

Cangiante, luminescente, catarifrangente. Techno, pop, underground, funny. Ma anche drammatico, gotico e dark. Noir. È l’inverno targato GCDS. Va in scena nella cornice di The Mall. Viene forgiato dalle mani del direttore creativo Giuliano Calza. La collezione vive di due anime: è frizzante, fresca, ma anche oscura, notturna. Vibra di cromatismi vivaci, intensi, al neon: rosa shocking, arancio, verde, lime. Top, body monospalla, minidress fascianti con spacchi, minigonne, tute spaziali si tingono di colori evidenziatore. Sono glitterati. Hanno superfici riflettenti. Ospitano stampe, loghi del brand e di Barilla, strass. La scritta GCDS si stringe alla vita con catene preziose o illumina il collo, come un gioiello. Poi il nero invade la passerella, i tailleur con i revers viola, i blazer, gli shorts, i languidi completi plissettati. Una pelliccia nera foderata di raso rosso accompagna un suit aderentissimo in vinile. Per una stagione fredda dai forti contrasti.