×

Editoriale

La nuova collezione di Etro si presenta come un mix accattivante tra fantasia e realtà; la prima ha a che fare con le decorazioni da fiaba, la seconda con i materiali, alcuni riciclati, altri in fibre ecologiche cui si aggiungono le tinture, anch’esse sostenibili. E i capi? I capi sono il trait d’union tra le prime e i secondi, lo spazio fisico dove le due dimensioni si incontrano. Ci sono blouson zippati, cappotti, blazer, parka ma anche completi su cui sbocciano vividi motivi floreali accompagnati da magiche creature dei boschi, fate o fauni chissà oppure draghi e unicorni o, ancora, simboli alchemici. Camicie, classiche o con colletto alla coreana e pullover presentano anch’essi fantasie floreali e stampe di creature immaginarie, enfatizzate da colori vividi ed effetti spesso lucidi. Tra le fibre ecologiche, l’eucalipto, il bambù e il cotone biologico, mentre i trench sono fatti con bottiglie di plastica riciclata.