×

Editoriale

In attesa del nuovo direttore creativo dopo l’addio di Daniel Wingate, Escada presenta una collezione che mantiene un filo conduttore con la precedente ovvero l’esplorazione della femminilità hitchcockiana attraverso completi sartoriali e maglie e abiti con colletto a barca. Ma in generale l’orientamento è quello di un daywear pratico, non sempre legato a situazioni glam, come pull comodi e caldi con collo a imbuto portati con gonne pencil o sotto i completi pantalone, cocktail dress ariosi, abiti in maglia con pratiche tasche. Oltre a coat sartoriali, ci sono giacche tecniche come il parka con collo di pelliccia, mentre per la sera la silhouette si allunga con long dress dai dettagli luminosi.