×

Editoriale

Non c’è dubbio, il tartan è il protagonista indiscusso della nuova collezione di Ermanno Scervino, rivisitato qui con la tecnica patchwork, anche in coppia con l’animalier, su blazer, camicie di lana e jeans su cui viene applicato a mo’ di toppa, mentre i cappotti restano piuttosto classici, in prevalenza doppiopetto e d’ispirazione militare. Il tartan è proposto anche per i pantaloni in versione jogger con bande laterali in tessuto tecnico oppure sempre a tuta ma in Principe di Galles o, ancora, animalier; la maglieria è invece a righe in colori accesi e si pone come un elemento di rottura rispetto al resto dei look di chiaro stampo british. Palette influenzata dal tema, con le cromie iconiche del tartan abbinate alle classiche tonalità maschili come grigio, nero e blu.