×

Editoriale

Gli abiti degli anni ’20, i tagli a sbieco dei ’30 e la sartorialità dei ’40 ispirano la nuova collezione di Erdem che guarda alle attrici del passato, Vivien Leigh, Lauren Bacall, Bette Davis, ricreando in passerella un simil-set di un film o di uno spettacolo teatrale. Eccole dunque le sue donne, magnetiche ed ombrose insieme, con long dress realizzati a patchwork di losanghe di pizzo, fil coupé e/o velluto portati con gli stivali, tailleur pantalone dagli orli sfilacciati e cappotti svasati finemente ricamati. Donne che muovono i primi passi nel mondo dorato del cinema e del teatro e che poi esplodono, una volta dive, in tutto il loro glamour risplendendo di paillette, danzando avvolte da piumaggi dorati, con i colletti da educanda rimasti a ricordare il loro passato ‘oscuro’ da aspiranti star.