×

Editoriale

L’estate di Emporio Armani decolla tra abiti impalpabili, tonalità morbide e neutre, tortora, rosa pallido, grigio pietra. Per la prima volta gli spazi dell’aeroporto di Linate si trasformano in passerella. Sfilano abiti fluidi, morbidi, ariosi, sofisticati. I completi vivono di riflessi e bagliori, le sete sono lucenti, i top e i bomberini iridescenti, i trench pitonati. Le tute in denim, in organza trasparente o in tessuto gessato, si fanno notturne, si tingono di nuance profonde. Ma il volo nell’estetica di Giorgio Armani si tinge di colori vividi, energici, blu elettrico, fucsia, verde acido. Gli impermeabili in nylon sfoggiano una lucentezza spaziale. I pantaloni sono a vita alta, ampi, ariosi, con cascate di frange, con bande laterali a donare un accento sportivo. Top e minidress mostrano le iniziali della Maison ed un’attitudine sporty-chic. Frange, rigature, paillette, cristalli compongono una sinfonia di dettagli che si librano in volo, si lanciano nel futuro.