×

Editoriale

Charme, equilibrio, freschezza. È lo stile libero di Emporio Armani, che irrompe sulla passerella e si tinge di tutte le gradazioni del rosso. È un inno alla libertà di vestire ed esprimersi. Racconta un’eleganza leggiadra, dinamica, dai volumi e dalle linee variabili. Abiti corti a pieghe, top monospalla, bomber in raso dalle maniche gonfie, lunghissimi e fluidi capospalla, blazer e minigonne. Ma anche T-shirt con il logo EA, cappotti in faux fur, pantaloni in latex. Gli abiti sono un tripudio di riflessi, grazie a cristalli lucenti, composizioni preziose di paillette e canottiglie. Le trasparenze si fanno sensuali, cosparse di lustrini. Superfici vellutate si alternano a lavorazioni matelassé. Motivi floreali a contrasto invadono le giacche e i minidress. Le grafiche pastello si stagliano su cappottini ad A. La palette è inusuale, accesa. Il rosso è dirompente, lucido o corposo sulle stoffe, dal vermiglio al rosso pompeiano, porpora, amaranto, scarlatto.