×

Editoriale

Elisabetta Franchi si diverte con un’eleganza d’altri tempi. La stilista si è ispirata alla tempra e al carattere di Evita Perón e l’ha portata a spasso nella Parigi degli anni ’40. La collezione è perfettamente calata in questa atmosfera con capi dalla silhouette allungata, avvolgente e stretta sul punto vita e seducente anche nei capi dal taglio maschile. La gonna a matita si indossa con camicette romantiche arricchite di fiocchi o ruche, le stesse da abbinare al pantalone morbido. La giacca è doppiopetto nel tailleur di gessato rivisitato e gonna con spacco, nel completo color cipria e nello smoking da sera. Gli abiti sono da diva del cinema muto con lunghezze sempre sotto al ginocchio. Tulle, pizzo, velluto e pelliccia ecologica incontrano colori delicati come il pastello dell’avena, della vaniglia, del rosa antico e del giada che accentuano la raffinatezza della collezione illuminata qua e là da cristalli e paillette.