×

Editoriale

L’eccentrica marchesa Luisa Casati e la sua storia d’amore con Gabriele D’Annunzio ispirano la collezione elegante e drammatica di Dries Van Noten, un omaggio allo spirito decadente e stravagante del dandismo primi ‘900. Le modelle sfilano con pettinature a onda fissate con il gel, occhi bistrati e choker piumati in look androgini in cui il tailoring viene rivisitato in chiave ibrida e fluida, con completi maschili, camicie bianche, blazer e cappotti sartoriali proposti in versione animalier, con dettagli sportswear rétro, pezzi pigiameria, inserti di pelliccia colorata, paillette e superfici metalliche. I long dress e le gonne a colonna allungano la silhouette già sottile e verticale, che poggia su stivaletti in velluto o broccato con tacco scultura.