×

Editoriale

Ad un occhio distratto, la donna pensata da Andreas Melbostad per Diesel Black Gold sembra quasi una signorina bon ton. Non cambia l’impressione neanche quando si osserva che invece di bottoni ci sono zip, le cinture sono borchiate e invece di spalline ci sono cinghie. I dettagli del mondo street e della moto che vengono dalla storia del marchio si sposano alla perfezione con la femminilità proposta. La gonna è decisamente mini, le forme valorizzano il corpo ma con discrezione e i capi sono tutt’altro che semplici ma ricamati, tempestati di strass, plissettati o matelassé. Le camicette di velluto e la giacca biker in montone rendono deliziosamente chic questa collezione che non si nota per i colori sgargianti dato che protagonisti sono il blu, il nero e il bianco solo abbinato a quest’ultimo. I colori sembrano quindi quelli della notte e la collezione non separa i vari momenti della giornata ma nasce per andare bene a tutte le ore. Anche quel chiodo scintillante come un cielo stellato.