×

Editoriale

Alcuni scatti di Peter Lindbergh, raccolti in un libro e poi, recentemente, in una mostra alla Gagosian Gallery di Parigi, ispirano la nuova collezione di Andreas Melbostad per Diesel Black Gold. Trattasi di immagini in bianco e nero raffiguranti le supertop dei primi anni ’90 in tenuta da motociclista, giacche da biker, mini-gonne e stivali. Quell’idea di bellezza un po’ rude, che mixa maschile e femminile e vuole essere contemporaneamente sexy, si ritrova in queste ragazze in chiodo nero e gonnellina (o mini-abito) a pieghe, che al posto degli stivali portano però le stringate maschili. Cinture ad anello, fibbie e stringhe penzolanti sostituiscono borchie e catenine, per un risultato più pulito, mentre restano zip e bottoncini metallici, sia come chiusure sia come decorazioni, insieme a lacci laterali inseriti nei top, nelle gonne e nei pantaloni al polpaccio.