×

Editoriale

Da Londra a New York come direttore creativo di Dvf, mentre lei, Diane Von Furstenberg, si dedica alla filantropia. Jonathan Saunders accetta e vince la sfida alla guida del marchio iconico, inserendo nella collezione la sua comprovata esperienza nelle stampe e negli accostamenti cromatici. Stampe floreali ma anche geometriche, pois accostati a fiori su abiti fluidi che richiamano il wrap dress della fondatrice ma con un taglio contemporaneo dato da giochi di asimmetrie sia negli orli sia nelle spalle ma anche nell’abbinamento delle fantasie. Stesso scollo a V incrociato per le bluse abbinate a pantaloni ampi a vita alta o a gonnelloni a pieghe. Brillanti le tonalità ma ben calibrate da nero, avorio e navy.