×

Editoriale

Desigual parte dalle sottoculture comprese tra i Sixties e gli Eighties per celebrare la forza e il fascino delle donne indipendenti, passate indenni attraverso epoche e stili diversi. Dal punk inglese alla musica dance, dalla scena rock americana alla New Wave, ecco mini-abiti portati con calze a rete colorate e stivaletti borchiati, cui a volte si sovrappongono micro-piumini in fantasia, giubbini in denim e giacche da biker con lunghe gonne patchwork, pantaloni skinny in tartan, mini-gonne floreali, jeans ricamati e long dress fermati in vita da maxi-cinture. L’heritage del marchio si esprime attraverso stampe floreali e animalier, dettagli sportswear, righe, inserti e ricami enfatizzati da una palette che dal bianco e nero spazia sul rosso, blu e grigio con accenti luminosi.