×

Editoriale

Transita da Oriente ad Occidente la donna Desigual, lunga e flessuosa come un giunco, avvolta in coat e abiti che richiamano il kimono, abbinati a collant coprenti in fantasie vivaci infilati dentro stivaletti in suede con tacco in tessuto ricamato. Gli abbinamenti giocano con sovrapposizioni e lunghezze: la tunichetta sovrapposta ai pantaloni ampi, il cappotto extralong sul mini-dress, il soprabito zippato asimmetrico sui jeans con toppa, la maglia con maniche a ¾ sul dolcevita. Su tutto spiccano patchwork e stampe floreali, geometriche o dal sapore rinascimentale in tonalità intense ma prevalentemente autunnali come ocra, bordeaux, viola, nero, verde, ulteriormente enfatizzate da tessuti luminosi come velluto e broccato.