×

Editoriale

‘I vestiti nuovi dell’imperatore’, la fiaba di Hans Christian Andersen sull’imperatore vanitoso che, truffato da due imbroglioni, sfila nudo per le strade della sua città credendo di avere indosso un abito realizzato con un tessuto pregiatissimo, in realtà inesistente, ispira la nuova collezione di Rei Kawakubo per Comme des Garçons, che manda in passerella soprabiti e giacche trasparenti realizzati in pvc portati a pelle. In alternativa applica dei veli plastificati sopra i completi con bermuda o boxer intimi bianchi o rigati, a cui abbina in certi look una sorta di canotta a rete rigida. Più portabili gli abiti le cui stampe a tema sono state realizzate in collaborazione con l’azienda italiana di arti decorative Fornasetti. E simboliche sono anche le corone di capelli in testa ai modelli.