×

Editoriale

Collezione altamente sostenibile quella di Christopher Raeburn per la prossima estate, un concentrato di materiali industriali e capi sportivi e futuristici ispirati alle tute spaziali. Su giacche tecniche, felpe con cappuccio, gilet, bermuda e simil track pants spiccano tasche e tasconi zippati attraversati da fettucce in velcro cui si aggiungono coulisse, bande a contrasto, cerniere, insomma tutti i dettagli tipici dell’abbigliamento utilitarian-sportivo. Ad enfatizzare il lato fantascientifico della collezione ci pensano effetti lucidi, tessuti come seta paracadute, Tyvek e Nomex, stampe lunari, simboli astro-grafici e la raffigurazione del diagramma di Eulero-Venn contenente il logo e le scritte ‘recycled’, ‘remade’ e ‘reduced’.