×

Editoriale

Christopher Kane dice di amare le sfide e si definisce un alchimista. E nei suoi alambicchi lo stilista scozzese ha messo parecchie suggestioni mescolando elementi alti con pezzi che appartengono alla dimensione domestica, intima. Non possono non saltare all’occhio le crocs impreziosite con pietre dure da indossare con abiti di pizzo o di lamé. Anche il maglione sformato sembra quello usato per stare in casa ma qui riesce ad essere glamour come tutto il resto della collezione che diventa desiderabilissima anche per la vita di tutti i giorni, come le magliette con i santini e gli anelli metallici. C’è di tutto in passerella: la pelliccia, i ricami come scarabocchi, i fiori applicati, il tulle, l’animalier, l’effetto marmorizzato e la pelle nera. I classici sono rivisitati come l’impermeabile in pvc tigrato e la giacca bon ton o il tailleur morbido, da indossare come se fosse caduto addosso, con le maniche a spirale e lo spacco sui pantaloni.