×

Editoriale

L’eco del lavoro di Karl Lagerfeld, per 25 anni alla guida di Chloé, risuona oggi nella nuova collezione di Natacha Ramsay-Levi, fluida, femminile e con quel tocco Seventies che nel marchio non manca mai. In passerella una serie di abiti ariosi, prevalentemente mini, decorati da motivi in stile carta da parati alternati a completi con pantaloni skinny ma svasati sul fondo e bluse con collo arricciato indossate con jeans con risvolto alto o gonne con doppio spacco frontale. Altri abiti, di varie lunghezze ma sempre contraddistinti da una levigata fluidità, hanno stampe e/o ricami floreali molto hippie style enfatizzato da gioielli talismanici che ricorrono spesso nel lavoro della Ramsay-Levi. In certi casi completano i look ampi colli in maglia, mentre ai piedi stivaletti con tacco medio si alternano ad una sorta di mocassini con maxi-strap e tacco grosso portati con calzini a coste.