×

Editoriale

Una ragazza spensierata che cammina su una spiaggia tropicale con i piedi nudi nell’acqua; è uno show sur la plage quello di Karl Lagerfeld per Chanel, una follia illusoria ricreata al centro di Parigi che conferma gli istinti di fuga verso paradisi esotici di tanti designer. Tematica in perfetta tendenza, quindi, e anche capi, dettagli e accessori che strizzano furbamente l’occhio alla cultura pop e alle nuove generazioni, che Lagerfeld sembra conoscere sempre molto bene. Ci sono gli anni ’80 rappresentati dalle giacche e dai tailleur di tweed oversize che questa ragazza ama rubare dall’armadio della mamma e che poi abbina a leggings neri e pantaloncini da ciclista, c’è la reiterazione del logo su cinture, cappelli di paglia, bracciali, collane, catene ma anche sui capi stessi, come sulla camicia cropped bianca indossata da Kaia Gerber. E poi ci sono bikini e costumi interi, prendisole colorati e borse da spiaggia, denim e guantini senza dita. Insomma c’è tutto l’universo Chanel e a quella ragazza spensierata basta.