×

Editoriale

Dopo l’aeroporto, il bistrot, la strada parigina, il supermercato e tanti altri set scenografici, Karl Lagerfeld sceglie un semplice ambiente ovattato, in tonalità chiare, per ricreare l’atelier di Mademoiselle Chanel, dove sfilano una serie di rivisitazioni dei classici tailleur in tweed. In diverse sfumature di rosa, accompagnati da cappellini, guanti a mezze dita, choker preziosi o cascate di perle, i completi hanno giacchina crop e gonna affusolata con spacchi laterali zippati oppure linee più ampie ed allungate che duettano anche con il jeans. La stessa versione è altresì proposta in abito, con sfrangiature, piccole ruche, tasche e inserti a contrasto, mentre la maglieria ha applicazioni metalliche e duetta con gonne in fantasia. La sera si veste di nero (o di bianco) con pizzi, balze, volant, inserti di pelle e dorature.