×

Editoriale

‘Teutonic’ ovvero la Germania in quanto Paese nella sua interezza. Chalayan ritorna sul tema già ampiamente trattato sia nella pre-collezione che nell’ultima collezione uomo e lo ritraduce in una serie di look inizialmente lisci e rigorosi, giocati sul total black o sul bianco e nero, con blazer dalle tasche nascoste, minigonne bifold e morbidi pantaloni di pelle abbinati a camicie maschili. Col progredire della sfilata, subentrano capi destrutturati in maglia e poi lunghi abiti fluidi decorati da disegni architettonici, geometrie astratte composte da swarovski, stampe di numeri digitali e/o di cartelli stradali su superficie laminata che richiamano la segnaletica tedesca. Ne esce il ritratto di un Paese ordinato, rigoroso ma in grado di ispirare una mente poliedrica ed innovatrice come quella di Hussein Chalayan.