×

Editoriale

Non ci sono né generi né stagioni in questa collezione di Burberry che si vota al “see now buy now”. L’omaggio all’Orlando di Virginia Woolf si mescola con la storia del marchio e accade che il maschile incontra il femminile e il passato col presente senza distinzione tra eleganza e praticità. C’è l’universo Burberry con i trench completamente reinventati che mostrano ancora le tracce della tradizione ma anche i montoni, i bomber anche in questo caso rivisitati, le mantelle con le nappine e non manca una certa fascinazione per l’uniforme. La maglieria si porta con le maniche a gigot e con cinture strette in vita. Paesaggi come fantasie insieme a broccati e damascati sono accanto a felpe indossate con la gorgiera e camicie bianche con fiocchi come jabot. Per la sera ci sono i pigiami e pizzi che si sovrappongono agli abiti per dare un tocco di malizia. I colori sono quelli autunnali: del resto si esce a settembre per entrare subito sul mercato.