×

Editoriale

Non ci sono confini tra lo stile della strada e la cura di un capo sartoriale. Questa la proposta di Brunello Cucinelli che immagina uno “street style couture” per un quotidiano che mixa lusso e informalità. La femminilità non viene sacrificata nonostante qualche incursione nel guardaroba maschile. Le giacche, di diversi tessuti come tele di lana, spinati e gessati, hanno linee regolari e dettagli applicati, sono abbinate a pantaloni morbidi, cropped, over, extralarge o modello tuta con coulisse. Le gonne possono essere sognanti, lunghe fino ai piedi e voluminose, oppure strette a tubino. Le righe sono una costante, di qualsiasi spessore. Per la maglieria sono stati usati filati effetto pelliccia o rafia e varie qualità di cotone oltre alla garza di mohair. Jeans e bomber consolidano il mood casual della collezione così come le camicie e le t-shirt, elementi necessari per completare l’outfit. Per i colori si prediligono toni naturali che ricordano sabbia e terra.