×

Editoriale

Profondamente urbana, la donna immaginata da Brunello Cucinelli indossa un lusso discreto, comodo e ricco di charme. La collezione gioca con il guardaroba maschile ma il risultato del mix tra tessuti di pregio e colori poco urlati rendono tutto molto femminile. I pantaloni la fanno da padrone: sono jeans boyfriend risvoltati, pantaloni in tessuto tecnico, altri proposti in versione slim oppure ampi e morbidi stretti in vita da una cintura di tessuto da indossare con giacche e camicie. Le gonne sono a sigaretta, in tulle o plissettate. Accanto alle maglie dal sapore rétro, come quella in mohair ricamata con fili di lurex, quelle fatte a mano e i pullover a righe o con lo scollo a V, si fa notare l’alpaca con fili di paillette impiegata, oltre che per il maglione, per il bomber e la gonna over. Il trench in camoscio verde e il biker in montone rovesciato rosa, tra i capospalla, sono senza dubbio estremamente desiderabili.