×

Editoriale

Brunello Cucinelli impasta colori neutri e filati nobili. Racconta una storia di alta qualità artigianale, di amore per la tradizione, di profonda sensibilità materica. Sceglie materiali pregiati, esclusivi, dalle tonalità terrose, sabbia, polvere, pietra, vaniglia, tabacco. Plasma una collezione dalla consistenza lattea, corposa. I capi in maglieria, colore della farina, del lievito, sono vaporosi, soffici, morbidi. Vengono stretti in vita da cinture sottilissime, affusolate. Avvolgono la nuca, grazie al dolcevita generoso. I capospalla sono avvolgenti, dalle nuance cremose, in cachemire simile a shearling. I pantaloni, dalla chiusura asimmetrica in vita, vengono plasmati con raffinate pieghe. Le gonne sono sculture dai rilievi sapientemente calibrati. Leggere, con plissé e pieghettature. In pelle, con spacchi misurati. Non mancano cardigan a jacquard, camicie in suede, bomberini con ricami preziosi o soffice pelo. Per una stagione all’insegna dell’eleganza.