×

Editoriale

Una collezione che inneggia all’aria aperta, la miglior fonte di ispirazione di Tomas Maier, direttore artistico di Bottega Veneta. È un’eleganza informale quella proposta, quella di una domenica pomeriggio d’estate in barca a vela, in gita fuori porta o in montagna. Non è un caso infatti che queste suggestioni si trovino nei dettagli come le corde che si rifanno al mondo della nautica o del trekking oppure le termosaldature delle vele che decorano gli abiti. Dietro quell’apparente semplicità c’è la grande ricerca del marchio specialmente per quanto riguarda i materiali pregiati come la pelle, il serpente, il coccodrillo, il camoscio in armonia con i tessuti tecnici, il nylon e il gabardine. L’animalier la fa da padrone, il camouflage segue a ruota e i colori nel complesso sono tenui, poco strillati. Gli abiti per la sera sono costruiti con una doppia anima, romantica e tecnica al tempo stesso, per un party o per un giro in barca in notturna.