×

Editoriale

Da quando Jason Wu è direttore creativo di Boss le sue tendenze minimaliste si concentrano tutte lì. Mantenendosi ben in equilibrio tra sartoriale e femminile, Wu manda in passerella una collezione pulita, grafica e strutturata, che alterna coat di stampo militare e completi con la giacca dall’abbottonatura obliqua e il colletto alla coreana a tubini divisi in sezioni diagonali portati con stivali da cavallerizza. Abbondante l’uso della lana, anche in versione bouclé per due long-dress sinuosi a manica lunga con orlo ondulato, frequenti gli effetti lucidi dati dagli inserti geometrici sui top abbinati a gonne al ginocchio e sugli abiti da sera che diventano total look in mesh metallico nel finale, caratterizzato anche da due uscite in tuxedo, mono e doppiopetto, con revers a contrasto e pantaloni slim, che ben definiscono il dna maschile del marchio.