×

Editoriale

Artefice di un’eleganza senza tempo, Anna Molinari continua a raccontare con i capi la sua storia portando in passerella quarant’anni di moda e ispirazioni. La collezione è fatta di abiti, di gonne, e quando entrano in scena i pantaloni sono sempre morbidi. Le forme sono la quintessenza della femminilità: c’è la sottoveste con le spalline sottilissime, l’abito con le ruche sia midi che lungo, quello avvolgente con gli spacchi, quelli che scoprono le spalle e i tubini fascianti. C’è poi la pelliccia che segna la vita del golfino o la scollatura del vestito, uno dei tratti distintivi di Blumarine. Pelliccia che non manca mai nei decori o da indossare. Tra i colori, il grigio è quello del ghiaccio, il rosa e il verde sono presi da un roseto caro alla Molinari e per un tocco di classe in più c’è il nero. Su tutti spicca un abbagliante giallo mimosa e un rosso fuoco a cui la stilista vuole affidare un messaggio di positività per le donne.