×

Editoriale

La collezione di Belstaff rende omaggio alle sue origini e agli indumenti indossati dalla Royal Navy durante la Seconda Guerra Mondiale. Si tratta della rivisitazione di alcuni pezzi che hanno fatto la storia del brand, come le giacche di pelle da aviatore degli anni ’30 o il caban da marinaio in lana melton. Come gli uomini che combattevano per mare dovevano indossare un abbigliamento resistente che li riparasse dalle intemperie, così Belstaff veste la sua donna, proteggendola dal freddo e dalla pioggia. Ecco lo shearling, morbido e caldo, attraversato da zip prese dal mondo del motociclismo e le cerate ampie e dotate di tasche. Il taglio dei pantaloni è maschile mentre le camicette smorzano i toni con un pizzico di femminilità. I colori dei capospalla vanno dal blu al verde militare passando per il marrone della pelle invecchiata, cui si aggiunge un rosso ciliegia. Qua e là un teschio: è il Jolly Roger, il simbolo dei pirati, usato anche dalla Marina Militare inglese.