×

Editoriale

La donna di Bcbgmaxazria ha una dote stilisticamente molto preziosa: appare sempre diversa pur restando fedele a se stessa; il suo tratto distintivo sono abiti fluidi poco sopra al ginocchio, con orli spesso asimmetrici, caratterizzati da giochi di sovrapposizioni, asimmetrie e da motivi etnici a contrasto su tonalità neutre. Il dettaglio che fa la differenza è, in questa collezione, l’uso abbondante della maglia, non solo per coatigan e comode maglie dal collo avvolgente ma anche per gli stessi abiti, ampi e leggermente svasati oppure fermati in vita da una cintura spessa, cui si aggiungono inserti in pelle, frange e/o veli fluttuanti. Oversize, senza collo, smanicati o con spalle importanti i cappotti realizzati a pannelli, con maniche e/o applicazioni di pelliccia e ricami dai colori vibranti, ispirati alle culture mediterranee e a quelle baltiche in cui la signora Azria si è imbattuta nei suoi viaggi da zingara di lusso.