×

Editoriale

Una collezione interamente votata al nero quella di Barbara í Gongini, tranne per le ultime due angeliche uscite in bianco totale. Avanguardia nordica e accenti dark con un occhio alla sostenibilità dei materiali danno vita a look stratificati da guerriera metropolitana, in cui elementi sportswear duettano con pezzi destrutturati, disossati o slabbrati: shorts oversize con bretelle sopra pantaloni bianchi da palestra con scritte nero su bianco, la giacca multifold zippata portata con top e pantaloni ginnici con coulisse, l’abito in maglia asimmetrico sovrapposto ad una T-shirt stampata ed abbinato a solide sneakers bianche. E poi coat avvolgenti stretti in vita dalla cintura, total look in pelle, tuniche asimmetriche e visi impenetrabili come la pietra che ricordano le creature monolitiche di Rick Owens.