×

Editoriale

Punk rock e liberazione sessuale anni ’70 vanno in scena sulla passerella di Barbara Bui che vuole ottenere il duplice effetto di un mood duro e ribelle ma fresco e leggero, in cui i miniabiti e i completi con giacca lunga, spalle importanti e pantaloni skinny sono in pelle ma colorata e il latex si accoppia ai check e al tartan rosso, anche in versione frangiata. Tranne che per i capospalla, shearling comodi ed avvolgenti e qualche abito fluido, che comunque evidenzia il corpo tramite asimmetrie e spacchi, il resto dei look segna la silhouette e scopre le gambe, infilate dentro alti stivali in suede dal tacco alto che si alternano a sandali a listini. Cinture e borse con tracolla colorata completano un mood che fonde tradizione britannica e glam stile Studio 54.