×

Editoriale

Bally propone una collezione fatta di capi classici in cui si osa. Si tratta di una proposta chic adatta ad una donna elegante che ama stupire con tocchi di colore e piccoli guizzi mai eccessivi. La giacca sartoriale si presenta doppiopetto con decori in rilievo o dal taglio maschile. Il tailleur è bianco, impunturato e rifinito di rosso come rossa è la cintura che stringe in vita. I cappotti sono lineari, color cammello chiusi da un grande fiocco e con lo stesso principio la gonna strutturata chiude una canottierina di seta creando un forte contrasto. Tra le fantasie, abiti e camicie oscillano tra il camouflage e l’animalier mentre i top e le gonne sono di pelle effetto cocco. Non mancano le pellicce morbide in bianco e nero e i cappottini di pelle rossa. Un verde luminoso dà una scossa in più alla collezione: si presenta nella maglia di lana, nei pantaloni e nell’abito corto con le maxi-ruche che fa il paio con quello in versione rosa confetto.