×

Editoriale

Continua il lavoro di riadattamento di Demna Gvasalia sulla silhouette Balenciaga, legato soprattutto al perfezionamento delle tecniche di manipolazione al computer per ottenere linee sempre più nitide e modellate, soprattutto con la sartoria. Il risultato, che il designer definisce “più sottile”, sono completi quasi clericali, con giacche lunghe dalle spalle arrotondate ma robuste e pantaloni a vita alta, dritti a nascondere quasi le scarpe. Stesso lavoro sui capospalla, coat e trench, avvolgenti, con colli e spalle alte, a formare un involucro protettivo intorno alla nuca, ripreso anche nelle bluse di seta con maniche extralong, infilate dentro gonne midi svasate. Volumi over e forme a bozzolo per piumini e soprabiti, così lunghi da toccare quasi terra, mentre gli abiti più eleganti spaziano dai long dress a colonna ai mini paillettati portati con décolletée a punta legate multi-giro intorno alla caviglia.