×

Editoriale

Le ruche che non ti aspetti. Sembra tutto un imprevisto questa collezione di Tommaso Aquilano e Roberto Rimondi. Dove tutto può essere lineare, rigoroso, pulito ecco arrivare una coulisse, una balza, delle paillette. Sembra minimalismo ma non lo è. La camicia bianca è una scusa per inserire delle trasparenze di organza o delle tempeste di cristalli. Il bianco appunto è protagonista insieme al nero, al color carne e al blu navy. Irrompono delle fantasie che vantano una celebre ispirazione dato che i fiori sono una reinterpretazione in chiave pop art, secondo l’estetica di Andy Warhol. Le trasparenze non sono mai pure: coprono corazze di strass oppure sono infilate in mini luccicanti, sono la lente di ingrandimento per vedere i disegni o sono increspate, e quindi opache. Va in scena anche la nuova borsa firmata dal duo, la BAG-A.R., in bianco, nero, blu e cipria.