×

Editoriale

Atmosfere d’altri tempi per la collezione di Aquascutum, la prima disegnata dalla designer Kasha Crampton che ha reinterpretato la storia del marchio rispettando la tradizione senza stravolgerne lo spirito. Il trench è ovviamente protagonista ed è tutt’altro che un semplice capo pensato per proteggersi dalla pioggia. Qui diventa sensuale, estremamente elegante, oggetto del desiderio, come la donna che non indossa altro che l’impermeabile classico a tre quarti, con la manica a kimono o stretto in vita con una cintura vistosa di pelle nera. Gli abiti da sera sono lunghi: i fiori sono presi da Araki e il rosso acceso è un colore dominante che si abbina anche al bianco e al blu dando al capo un tocco marinière. Lo spacco è vertiginoso e anche la scollatura sa essere generosa. Nulla sconfina nel volgare ma tutto è tremendamente sexy. Come le camicie bianche che si portano come se fossero dell’uomo con cui si è appena svegliate.