×

Editoriale

Sgargiante, a tratti elettrica, non si può definire altrimenti la nuova collezione di Anna Sui che anche dal titolo, ‘Poptimism’, promette un’esplosione gioiosa di colori, di pattern e di caotici quanto lussuosi mix & match. I 53 look in passerella rappresentano la storia stessa della designer, da Detroit a New York con furore, con gli anni ’60 protagonisti già nelle parrucche in technicolor e poi, scendendo, nel trucco marcato degli occhi, nelle tunichette svasate, nei cappotti in pelliccia sintetica, nei collant in fantasia, anche in versione lurex. Nessun capo è risparmiato dal colore, dai tailleurini più bon ton alle mise da sera, tutto passa attraverso una sferzata cromatica accentuata da stampe vivide, perlopiù floreali, piume, fiocchi, frange e ruche. Varie e fantasiose anche le calzature, dalle Mary Jane agli stivali di diverse lunghezze abbelliti da pompon laterali, naturalmente colorati.