×

Editoriale

“Questa è una ragazza molto romantica che mixa tutti i suoi pizzi e i suoi vecchi abiti” così è la nuova donna di Ann Demeulemeester per Sébastien Meunier, un po’ educanda e un po’ sposa, con addosso vesti e veli, anche in testa, da primi ‘900 abbinati a pezzi ed accessori in pelle nera, come trench, gonne lunghe, guanti extralong e boot. Un’immagine forte e dolce insieme, in cui ampie bluse in tonalità eteree duettano con pantaloni morbidi in velluto cangiante o piuttosto sottili in pelle o ancora ampi e maschili, sovrapposti spesso da impalpabili vesti da boudoir o giacche da camera. Il tutto decorato da piume vaporose e lacci volanti che fluttuano da polsini, scolli, bordi e orli in un bianco e nero clericale cui si aggiungono toni pallidi di rosa e azzurro.